Ricerca personalizzata

Archivio

Followers

7 novembre 2013

Liguori: Ci sono i roghi tossici perché la gente non vuole gli inceneritori

Paolo LiguoriEnnesimo show di Paolo Liguori. Questa mattina(7 novembre), il direttore editoriale di New Media di Mediaset è intervenuto nella trasmissione “Mattino Cinque” per parlare(si fa per dire) della “Terra dei Fuochi”. Prima di andare avanti, devo premettere che questo tizio consigliò alla gente di Taranto di andare al mare o in montagna per respirare aria pura. Già questo dovrebbe farvi capire il personaggio. Passiamo alle ultime “parole choc” di Liguori.

Il giornalista ha detto “Io alla gente di Giugliano devo dire la verità. L’inquinamento e le conseguenze ci sono perché non ci sono i termovalorizzatori e gli inceneritori. Brescia, che non è l’Africa, ha un termovalorizzatore. Gli inceneritori ci sono in tutto il mondo. Non continuate con queste stupidaggini perché ho studiato. Seppellire i rifiuti tossici di nascosto nelle discariche abusive della camorra è sempre stato possibile. Sapete perché? Perché la campagna contro gli inceneritori e i termovalorizzatori è diretta. I cittadini fanno il gioco della camorra. La camorra non è dappertutto, ma solo dove la gente si presta. Si chiama Terra dei Fuochi perché sono i cittadini che incendiano la monnezza per protesta”. Il signor Liguori è un “ciuccio” in materia. A San Francisco(tanto per fare un esempio) non ci sono inceneritori e nemmeno discariche. Nella città americana la raccolta differenziata è arrivata al 78% e ha l’obiettivo “rifiuti zero” entro il 2020. Per il resto guarda il video.

Allegato: Una verità taciuta per anni

2 commenti:
Write commenti
  1. la spazzatura che esce dalla bocca di quest uomo e' peggiore di quella sotterrata nella terra dei fuochi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I giornalisti come Liguori sono "pericolosi". Fanno passare per vera una cosa falsa.

      Elimina

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata