Ricerca personalizzata

Archivio

Followers

4 giugno 2014

Lavoratori call center in corteo

ManifestantiOggi(4 giugno) sono scesi in piazza i lavoratori dei call center contro le delocalizzazioni, la precarietà e prestazioni sottopagate. Sono i motivi della protesta che ha riunito, a Roma, i cinquemila dipendenti del settore provenienti da tutta Italia.

Il lavoro all’estero costa un quarto dell’Italia e le grandi aziende come Wind, Telecom, Vodafone e Sky portano tutto fuori”. Questa è la denuncia fatta dai lavoratori. Ognuno con la propria storia, sono accomunati dallo stesso percorso: quello che era cominciato come un “lavoretto” da studente per guadagnare qualche euro si è poi trasformato in un lavoro fisso con cui molti hanno cercato di mettere su famiglia e comprare una casa. Ci sono i ragazzi, gli ultimi assunti, che vengono sfruttati a 200-300 euro al mese.

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata