Ricerca personalizzata

Archivio

Followers

28 ottobre 2014

Campagna aerea contro Isis costa 8,3 milioni di dollari al giorno

Raid USA contro Isis costano 8,3 milioniLa campagna aerea contro l’Isis costa agli Stati Uniti 8,3 milioni di dollari al giorno. Una cifra ben più alta dei 7 stimati dal Pentagono all’avvio delle operazioni. L’aumento dei costi sarebbe legato all’ intensificarsi dei raid aerei nelle ultime settimane. Secondo il portavoce del Dipartimento della Difesa americano, Bill Urban, dall’inizio dei raid in agosto le operazioni sono costate 580 milioni di dollari. Risultati? Zero.

Gli USA spenderebbero dai 200 ai 320 milioni di dollari al mese se schierassero sul terreno 2.000 soldati. Mentre se le truppe fossero di 5.000 unità gli attacchi aerei condotti ad un ritmo di 150 al mese, oltre a 120 voli di sorveglianza, il costo schizzerebbe tra i 350 milioni e i 570 milioni di dollari al mese. L’Isis ha diffuso un nuovo video con il prigioniero britannico John Cantlie. Nel filmato, di 5 minuti, si vede l’ostaggio vestito di nero che invita “a non credere ai media: l’Isis sta vincendo”. Come se stesse facendo un collegamento, dice di essere nella città di Kobane, tra Siria e Turchia. Cantlie ha aggiunto: “I soldati dell’Isis stanno assediando la città curda e nonostante i raid USA, i mujaheddin si sono spinti avanti, fino a controllare le zone a est e a sud della città”.

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata