Ricerca personalizzata

Archivio

Followers

8 ottobre 2014

Renzi: Solo noi possiamo cambiare l’Italia

Matteo Renzi“Abbiamo preso questo 41% perché gli italiani hanno detto che noi dobbiamo riscrivere la storia di questo Paese, che noi dobbiamo scrivere una pagina di futuro di questo Paese. Se non lo facciamo noi, non lo farà nessun altro”. Questo è quello che ha detto Matteo Renzi in uno dei tanti deliri giornalieri.

A parte il fatto che il 40,8% ottenuto alle elezioni Europee rappresenta il 23,7% degli elettori aventi diritto, ma la cosa più drammatica è che questo crede di essere il Messia della politica. La colpa non è sua, ma degli italiani che hanno venduto per 80 euro il proprio futuro e quello dei propri figli. I nostri connazionali sono un caso clinico: basta una sparafrottole qualsiasi per farsi abbindolare. E’ successo con Silvio Berlusconi e ora sta accadendo con Renzi. Due facce della stessa medaglia, ma forse il primo era più simpatico e meno stupido. Entrambi trovano un nemico per giustificare i fallimenti della loro azione politica: i comunisti per Berlusconi  e i gufi per Renzi.

Non voglio vantarmene, ma su questo blog ho parlato del pericolo “renzismo” già nel 2011 nell’articolo intitolato “La fine del berlusconismo porta al renzismo?”. La mia previsione si è trasformato in un incubo reale per quel 76,3% che non ha votato il premier gelataio. Renzi è solo fuffa, solo gli stolti ancora non l’hanno capito e alcuni giornalisti(compresi quelli giovani). Una domanda sorge spontanea: gli italiani hanno capito che il Paese è stato affidato a un bimbominkia presuntuoso? Oggi(8 ottobre) Renzi ha dichiarato: “Possono contestarci ma la verità vera è che questo paese lo cambiamo”. Questo parla come un dittatore…stupido. Non voglio morire demorenziano. Auguri Italia.

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata