Ricerca personalizzata

Archivio

Followers

18 giugno 2015

Onu: Quasi 60 milioni di rifugiati nel 2014

RifugiatiI rifugiati sono una nazione fantasma con 60 milioni di persone. Se si trattasse della popolazione di un paese risulterebbe il 24esimo paese più popoloso del mondo. Questo è quello che viene fuori dai dati dell’Unhcr nel rapporto “Il mondo in guerra”. Nel 2014 una media giornaliera di 42.500 persone sono diventate rifugiati, richiedenti asilo o sfollati interni, contro i 10.900 del 2010

Rispetto al 2013 i rifugiati e profughi costretti a scappare da guerre e violenze sono 8,3 milioni in più: 59,5 milioni contro 51,2. E’ il maggiore incremento in un anno, registra l’Onu. Di queste 59,5 milioni di persone, 19,5 milioni sono state costretti a fuggire in un altro Paese, 38,2 milioni sono rifugiati interni e 1,8 milioni hanno chiesto asilo. Il numero di rifugiati è aumentato di quasi 23 milioni in 10 anni. L’impennata è cominciata nel 2011, con la guerra in Siria, il Paese con il più alto numero di rifugiati: 3,8 milioni all’estero e 7,6 milioni in patria.

Negli ultimi 5 anni sono scoppiati o si sono riattivati almeno 15 conflitti: otto in Africa(Costa d’Avorio, Repubblica Centrafricana, Libia, Mali, Nigeria, Repubblica democratica del Congo, Sud Sudan e quest’anno Burundi); tre in Medio Oriente(Siria, Iraq e Yemen), uno in Europa(Ucraina) e tre in Asia(Kirghizistan, Myanmar e Pakistan). Nella classifica dei paesi ospitanti, al primo posto è salita la Turchia(1,59 milioni di persone) seguita dal Pakistan(1,51 milioni) e dal Libano(1,15), dall’Iran, dall’Etiopia e dalla Giordania. Il Libano, invece, è al primo posto nel rapporto tra rifugiati e cittadini: 232 ogni mille abitanti, quasi uno su quattro.

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata