Ricerca personalizzata

Archivio

Followers

8 luglio 2015

Istat: Si ferma calo consumi in Italia

Si ferma calo consumi in Italia nel 2014Si arresta il calo della spesa media delle famiglie dopo due anni di caduta. E’ quanto emerge dai dati Istat. Nel 2014, la spesa è sostanzialmente stabile e si attesa a 2.488,50 euro al mese, con un aumento nominale dello 0,7% sul 2013 mentre in termini reali è pressoché invariata.

Nel 2014, il Trentino-Alto Adige è la regione con la spesa media mensile più elevata(3.073,54 euro), seguita dalla Lombardia(2.950,06 euro). Fanalino di coda la Calabria con una spesa media mensile di 1.757,82 euro. Quasi 6 famiglie su 10 nel 2014 risparmiano sulla spesa alimentare. Continua la diminuzione della spesa per carne(da 99,64 nel 2013 a 97,20 euro nel 2014), che si accompagna a quella per oli e grassi(da 15,16 a 13,79 euro) e per bevande analcoliche(da 20,61 a 19,66 euro), mentre aumenta la spesa per piatti pronti e altre preparazioni alimentari(da 9,52 a 10,5 euro). Il 12,4% delle famiglie acquista almeno un genere alimentare biologico(prevalentemente frutta, verdura e uova), con valori più elevati nel Centro-nord.

Dopo tre anni di crescita, scende il numero di famiglie che riducono la quantità o la qualità dei prodotti alimentari acquistati(dal 62% al 59%), soprattutto nel Centro-Nord. Non si riduce la quota di acquisti presso hard discount(13%), che continua a crescere al Sud e nelle Isole(dal 12% al 15%). Sostanzialmente stabile anche la spesa per beni e servizi non alimentari(2.052,44 euro in media al mese). Per il secondo anno consecutivo calano spese per comunicazioni, hotel, ristoranti. Per la prima volta, le coppie under 35 spendono meno di quelle anziane. Le famiglie composte solamente da stranieri spendono mediamente 1.644,72 euro al mese(900 euro in meno delle famiglie di soli italiani) e destinano una quota maggiore di spesa ad alimentari, abitazione e comunicazioni.

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata