Ricerca personalizzata

Archivio

Followers

20 ottobre 2016

Schiaparelli caduto sul suolo di Marte

SchiaparelliIl Lander “Schiaparelli” della missione ExoMars è caduto sul suolo di Marte. I retrorazzi hanno funzionato solo per 3 secondi nella fase finale dell’atterraggio: il computer di bordo li ha spenti inspiegabilmente. Lo ha spiegato il direttore delle operazioni di volo delle missioni dell’Agenzia Spaziale Europea(ESA), Paolo Ferri.

Il segnale con Schiaparelli è stato perso un minuto prima del contatto con il suolo. Il silenzio della sonda Schiaparelli, che continua a non inviare alcun segnale da Marte, fa temere che la sonda sia andata distrutta. Nel centro di controllo della missione(Esoc) che si trova in Germania, Darmstadt, si continua a lavorare all’analisi dei dati registrati dalla sonda della missione ExoMars, il TGO(Trace Gas Orbiter) per stabilire se il malfunzionamento sia stato del computer o dell’altimetro. La sonda MRO della NASA in transito sulla zona nelle prossime ore potrà cercare Schiaparelli con i suoi obiettivi e fornire la triste conferma definitiva. Frutto della cooperazione tra le agenzie spaziali di Europa(ESA) e Russia(Roscosmos), il programma ExoMars è sostenuto dall’Agenzia Spaziale Italiana(Asi) e sviluppato da un consorzio europeo guidato dalla Thales Alenia Space Italia, con circa 134 aziende dei Paesi partner dell’ESA. Ieri(19 ottobre), il premier Matteo Renzi aveva scritto un tweet sull’arrivo su Marte della sonda Schiaparelli. Non sono mancati i commenti ironici.

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata