Ricerca personalizzata

Archivio

Followers

19 aprile 2017

Parli di Napoli? Rischi la querela del Comune

Difendi la città“Da tempo ma sempre più spesso si assiste ad una narrazione distorta ed a volte diffamatoria della Città di Napoli rendendola oggetto di pregiudizi, stereotipi e dannose generalizzazioni”. Questo è quello che si legge sulla pagina dello sportello online “Difendi la città”, istituito dal Comune di Napoli per salvare la città dalle “presunte” offese di media e cittadini.

Lo sportello sarà un vero e proprio centro di sorveglianza che, grazie alla collaborazione dell’Avvocatura comunale farà partire querele a chiunque (s)parla di Napoli, tanto paga lo stupido contribuente. Basterà compilare un form con i propri dati, le informazioni sulla offesa e anche con le “prove” come screenshot della pagina web o del profilo social, foto del giornale. “Offendere Napoli può diventare oneroso”. Il sindaco Luigi de Magistris lo dice senza mezzi termini. L’iniziativa è stata promossa insieme alla delegata Flavia Sorrentino, che si occupa di Autonomia della Città di Napoli. Chi è? La Sorrentino ha ottenuto 811 preferenze alle scorse elezioni comunali con la lista civica “Mo! Napoli autonoma”, ma non furono sufficienti per garantirle una poltrona “comoda” a Palazzo San Giacomo. Alla fine ci ha pensato il sindaco a “piazzarla” a spese dei contribuenti con il progetto “Napoli Città Autonoma”.

Ma torniamo all’inutile iniziativa del Comune di Napoli. Un provvedimento, quello della querela, che potrebbe aiutare la città anche da un punto di vista economico. La richiesta di risarcimento danni verrà infatti destinata a migliorare l’arredo, il decoro, la qualità dei servizi della città. Uno specchietto per le allodole? Lo sportello online “Difendi la città” è una delle tante armi di distrazione di massa dai problemi che ogni giorno affliggono la città di Napoli. Il sindaco De Magistris fa sul serio: vuole zittire anche chi mostra(con foto e video) le criticità irrisolte della nostra bella città. Siamo quasi alla versione stupida del Ministero della Verità descritto nel libro “1984”. La querela a Giletti non ha insegnato nulla a questi dilettanti? Lo sportello online “Difendi la città” è un’iniziativa per abbindolare i prolet. Il sindaco De Magistris quando si occuperà dei veri problemi di Napoli?

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata