Ricerca personalizzata

Archivio

19 maggio 2014

Milano: Tassisti in protesta contro Uber

Tassisti in protesta contro UberA Milano è scoppiata la rivolta dei tassisti contro Uber, l’app che permette di prenotare un’auto di lusso con conducente(NCC) via smartphone, utilizzando la localizzazione e pagando con carta di credito. Uber è nata a San Francisco tre anni e mezzo fa e le tariffe sono in genere più care del 20% rispetto al taxi. La protesta dei tassisti va vanti da oltre un anno, ovvero da quanto Uber è sbarcata nel capoluogo lombardo.

Il 17 maggio 2014 si è toccato il punto di non di ritorno nel corso del Wired Next Festival 2014. Quel giorno era in programma un incontro tra Benedetta Arese Lucini di Uber, l’assessore Pier Francesco Maran del Comune di Milano e Giovanni Maggioni, rappresentante dei tassisti.  La conferenza è stata cancellata dopo che un picchetto di centinaia di tassisti milanesi ha messo in scena una manifestazione di protesta a suon di cori da stadio e annesso lancio di uova. I tassisti non perdonano ad Uber di sottrarre loro clientela, facilitando il contatto tra clienti e autovetture con conducente e rimproverano al Comune di Milano di non fare abbastanza per arginare quello che, a loro dire, è un fenomeno di “pirateria” nel trasporto pubblico locale.

La notte scorsa si sono verificate alcune liti tra tassisti e NCC. Due di loro sono finiti in ospedale con ferite lievi dopo essere stati investiti. Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi ha convocato per mercoledì 21 maggio alle 15 presso il provveditorato del Mit di Milano i rappresentanti sindacali dei taxisti. La vicenda è molto controversa. Uber è contesta in tutto il mondo non solo in Italia. Il problema è creato dal governo che non legifera sulla questione. Ci sono due alternative: il governo restituisce il valore delle licenze ai tassisti o più semplicemente le fa pagare ai NCC. La seconda ipotesi è quella più probabile. Una domanda sorge spontanea: dove paga le tasse Uber?

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata