Ricerca personalizzata

Archivio

9 dicembre 2014

Istat: E’ record di italiani in fuga

Italiani in fuga dall'ItaliaNel 2013 sono stati 82 mila gli italiani che si sono trasferiti all’estero, il numero più alto in 10 anni, il 20% in più rispetto al 2012. E’ quanto emerge dal rapporto “Migrazioni internazionali e interne della popolazione residente” dell’Istat. Migrano soprattutto persone tra i 20 e i 45 anni. In aumento anche le cancellazioni di cittadini stranieri residenti, da 38 mila a 44 mila unità(+14%).

Nel 2013 si contano 126 mila cancellazioni dalle anagrafi per l’estero, 20 mila in più dell’anno precedente. Le principali mete di destinazione per gli italiani sono la Gran Bretagna, la Germania, la Svizzera e la Francia. Nel loro insieme questi paesi accolgono oltre la metà dei flussi in uscita.  Il Regno Unito è la meta preferita dai laureati. Nel 2013 le immigrazioni dall’estero sono state 307 mila, 43 mila in meno rispetto all’anno precedente(-12,3%). Il calo delle iscrizioni dall’estero è imputabile ai flussi che riguardano i cittadini stranieri, il cui numero scende da 321 mila nel 2012 a 279 mila nel 2013. Si osserva anche una contrazione di mille unità delle iscrizioni dall’estero di cittadini italiani. La comunità più numerosa è la romena(58 mila), poi quelle di Marocco(20 mila), Cina(17 mila) e Ucraina(13 mila).

Il saldo migratorio netto con l’estero è pari a 182 mila unità nel 2013. In forte diminuzione rispetto all’anno precedente(-25,7%), è anche il valore più basso registrato dal 2007. Dal 2007 a oggi il saldo migratorio positivo con l’estero ha più che compensato il saldo naturale negativo(nascite meno decessi), contribuendo in modo esclusivo alla crescita della popolazione, anche se in misura via via decrescente. Il continuo, benché calante, ingresso di immigrati ha peraltro comportato un progressivo aumento della popolazione straniera residente che, al 31 dicembre 2013, conta oltre 4 milioni 900 mila individui e rappresenta il 7,7% della popolazione totale. Le immigrazioni passano da 527 mila unità nel 2007 a 307 mila nel 2013, con un calo del 41,7%. Nello stesso periodo le emigrazioni sono passate da 51 mila a 126 mila.

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata