Ricerca personalizzata

Archivio

Followers

14 novembre 2015

Terrorismo colpisce Parigi

Strage a ParigiSono almeno 128 i morti nella serie di attentati che hanno colpito Parigi ieri sera e nella notte. I feriti sono invece 192, di cui 80 in gravi condizioni. Oltre al pesante bilancio delle vittime le stragi nel cuore della capitale, tutte simultanee, sono senza precedenti. Quello che colpisce è il livello impressionante di determinazione dei terroristi. Negli attentati sono rimasti lievemente feriti anche due italiani, un uomo e una donna di Senigallia.

L’Isis ha subito rivendicato gli attacchi, definendoli “l’11 settembre francese”. Otto attentatori, sei dei quali suicidi, sono morti. Decretato lo Stato di emergenza, misura rarissima, che non accadeva dal 1961, in piena guerra d’Algeria. Chiuse università, scuole, centri sportivi, musei, uffici. Il teatro Bataclan è il luogo simbolo della notte di terrore a Parigi. Era in corso un concerto degli Eagles, davanti a circa 1.500 spettatori. Secondo le prime testimonianze, i terroristi, a volto scoperto, sono entrati in pieno concerto, hanno sparato contro le persone e le hanno tenute in ostaggio per circa tre ore. Solo dopo l’intervento delle teste di cuoio della polizia, hanno gridato “Allah è grande” e tre di loro si sono fatti saltare in aria. Il quarto è stato ucciso dagli agenti. Almeno 80 le vittime fra gli spettatori. Solo verso le 7 hanno iniziato a estrarre i primi corpi.

L’altro teatro degli attentati è stato lo Stade de France, durante la gara amichevole Francia-Germania, in presenza dello stesso presidente Hollande, subito fatto evacuare. Tre le esplosioni, subito fuori lo stadio. Nonostante l’invito a evacuare, gli spettatori si sono riversati sul terreno di gioco. La struttura è stata alla fine evacuata. Dispiegati nella città 1.600 militari. Chiusa e spenta la Tour Eiffel, in segno di lutto. Gli altri quattro luoghi colpiti sono, sempre nel centro di Parigi, rue de la Fontaine au Roi(5 morti); rue Bichat(12 vittime); bulevard Voltaire(un terrorista morto); rue de Charonne(19 morti). Sembra che gli attentatori in fuga abbiano continuato la loro azione terroristica colpendo questi altri luoghi. Al momento non si conoscono le generalità dei terroristi, ma molto probabilmente erano tutti “stranieri” con la cittadinanza francese. Questa strage conferma per l’ennesima volta il fallimento delle città multietniche

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata