Ricerca personalizzata

Archivio

Followers

8 settembre 2014

Export in Germania supera i 100 miliardi. E’ record

Angela MerkelRecord storico per l’export tedesco che sfonda per la prima volta la soglia dei 100 miliardi di euro. Lo rende noto l’ufficio federale di statistica Destatis. A luglio 2014 le esportazioni della Germania raggiungono i 101 miliardi di euro, ben l’8,5% in più rispetto allo stesso mese del 2013(93,1 miliardi). Le esportazioni sono cresciute del 4,7% su base mensile mentre le importazioni sono calate dell’1,8%.

Balzo ben oltre le stime per il surplus commerciale, che tocca i 23,4 miliardi di euro contro i 16,6 miliardi del mese precedente. Il successo tedesco ha una spiegazione ben precisa. Da alcuni mesi la Banca Centrale Europea sta mettendo in atto politiche per alzare l’inflazione e diminuire il valore dell’euro sul dollaro. In che modo? Tagliando il costo del denaro. Tutto ha inizio il 5 giugno 2014, quando la BCE porta il tasso d’interesse di riferimento dallo 0,25% allo 0,15%. Da quel momento l’euro ha iniziato una flessione che da quota 1,3660 sul dollaro lo ha visto calare sotto quota 1,30 dollari(vedi grafico). A inizio settembre la BCE ha tagliato ulteriormente il costo del denaro portandolo allo 0,05%. Sulla carta, questa politica monetaria doveva favorire paesi in difficoltà come l’Italia, invece a trarne vantaggio è la Germania. Come mai? La risposta è ovvia. L’euro è una moneta troppo debole per l’economia tedesca e troppo forte per i Paesi del Sud Europa.

Valore dell'euro

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata