Ricerca personalizzata

Archivio

Followers

5 dicembre 2015

Quanto pesano le accise su un litro di benzina?

Donna fa benzinaQuanto pagheremmo la benzina senza le accise? Questa è la domanda che si fanno tutti e che non trova risposta. Sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico ho trovato lo storico dei prezzi dei carburanti dal 2008 ad oggi. La cosa interessante è che vengono indicati il prezzo industriale, la tassazione(IVA e accisa) ed il prezzo al consumo dei prodotti petroliferi.

Il 7 gennaio 2008 un litro di benzina verde costava 1,377 euro ma il prezzo industriale era di “solo” 0,584. Come mai? La risposta è semplice: lo Stato. Tra accise(0,564) e IVA(0,23) all’erario vanno 0,794 euro. A quasi otto anni di distanza il carico fiscale sui carburanti non è diminuito. Il 30 novembre 2015(ultimo dato disponibile) per un litro di benzina bisognava sborsare 1,458 euro, ovvero 0,081 in più rispetto al 7 gennaio 2008. Considerando che il prezzo del petrolio è ai minimi da diversi mesi, come mai il carburante costa di più? Il prezzo industriale era di 0,467 euro, ovvero 0,117 in meno rispetto ad otto anni fa. Il carico fiscale(accise + IVA), invece, era di 0,991 euro, vale a dire 0,197 in più. C’è da dire che nel frattempo l’IVA è aumentata di 2 punti percentuali, passando dal 20% del 2008 al 22% di oggi. Spulciando i dati si scopre che l’accisa è cresciuta di 0,164(da 0,564 a 0,728), mentre l’IVA solo di 0,033(da 0,23 a 0,263). Ormai è chiaro che le accise sui carburanti sono il bancomat dello Stato(valgono circa 25 miliardi di euro all’anno). Un litro di benzina costerebbe 0,73 senza questa “tangente legalizzata”. Perché in Italia nessuna fa una campagna elettorale sui costi dei carburanti?

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata