Ricerca personalizzata

Archivio

Followers

18 luglio 2016

Bankitalia: Aumento crediti deteriorati

Monte dei Paschi di SienaI crediti deteriorati nel 2015 ammontano al 25,3% dei finanziamenti totali, con punte del 44% in Calabria e del 15,8% in Valle d’Aosta. Rispetto all’anno precedente si registra un incremento a livello nazionale di 1,5 punti percentuali, mentre a livello regionale si va dal +1,9% della Calabria al +0,3% della Valle d’Aosta.

I dati, contenuti negli ultimi 2 dossier di Bankitalia sulle economie regionali, mostrano che negli ultimi 2 anni l’incremento è stato di 4,4 punti percentuali(nel 2013 erano al 20,9%). L’esame delle macro aree mostra che i crediti deteriorati rappresentano un problema che si concentra in misure maggiore al sud e nelle isole, dove raggiungono il 37,6% dei finanziamenti; al centro si fermano al 22,9%, a poca distanza dal nord-est(22,5%), mentre al nord-ovest si registra il dato più basso(18,9%). Cosa sono le sofferenze bancarie? I crediti deteriorati sono quei finanziamenti che le banche difficilmente riusciranno a recuperare. In Europa l’Italia risulta il primo paese per quantità di Non performing loans.

Dal 2008 al mese di novembre 2015 la mole di crediti deteriorati che appesantiscono le banche italiane sono passati da 42 a 200 miliardi di euro. Monte dei Paschi di Siena è la banca più esposta di tutte con 47 miliardi di crediti deteriorati su 136,3 complessivi(34,8%). Al secondo posto c’è Popolare di Vicenza con una quota di sofferenza del 31,6%(9 miliardi su 29,2 complessivi). Al terzo posto c’è Veneto Banca con 7 miliardi di crediti deteriorati sui 25,7 complessivi(29%). Alla fine del 2015 operavano in Italia 643 banche, 20 in meno rispetto all’anno precedente. La diminuzione è in gran parte dovuta al calo delle banche con sede amministrativa nel Nord Est e al Centro. Il calo si è accompagnato all’aumento della diffusione dei canali distributivi digitali per i servizi bancari.

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata