Ricerca personalizzata

Archivio

Followers

26 agosto 2016

Vespa: Il Friuli è diventato ricco con il terremoto

Bruno VespaIl terremoto nel Centro Italia ha scatenato nuovamente lo sciacallaggio dei media. In prima fila c’è come al solito Bruno Vespa con il suo “Porta a Porta”. Nella puntata del 24 agosto 2016 il giornalista-conduttore ha pronunciato una serie di frasi che non sono passate inosservata agli utenti dei social.

“Il Friuli era povero, con il terremoto è diventato ricco”. Questo è quello che ha detto Vespa. Bisogna vedere cosa pensano i familiari delle 990 vittime del terremoto in Friuli. Il conduttore ha aggiunto: “Incontrai un industriale felice davanti alle macerie della sua fabbrica perché ne avrebbe costruita un’altra più bella. L’ottimismo, questo è quello che ci serve”. Vi sbagliate di grosso se pensate che il giornalista si sia limitato a questo. Vespa, infatti, ha detto: “Questa sarebbe una bella botta di ripresa per l’economia perché pensi l’edilizia che cosa non potrebbe fare”. La sagra delle baggianate è proseguita anche grazie all’intervento del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio. L’uomo sforna figli ha dichiarato: “Adesso L’Aquila è il più grande cantiere d’Europa e anche l’Emilia è un grandissimo cantiere in crescita, farà PIL”. Il discorso surreale si è chiuso con l’ennesima perla di Vespa: “Darà lavoro ad un sacco di gente”. Questi cialtroni parlano di economia mentre ci sono persone che hanno perso familiari a causa del terremoto. Non si vergognano? “L’economia dovrebbe essere fondata sulle esigenze dell’uomo”, questo è quello che disse Tiziano Terzani nel 2004 pochi mesi prima di morire. Con i soldi impiegati per riparare i danni dei terremoti, avremmo potuto mettere in sicurezza la stragrande maggioranza dei fabbricati non in regola con le norme antisismiche.

Bruno Vespa sostiene che i terremoti servono per far ripartire l'economia. No comment

Pubblicato da Maxso Magazine su Venerdì 26 agosto 2016

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata