Ricerca personalizzata

Archivio

7 maggio 2015

Quanto costa mangiare a Expo 2015?

La piadina pregiata che offre Eataly a Expo 2015Il primo maggio 2015 c’è stata l’inaugurazione di Expo Milano 2015, il più grande evento mondiale sull’alimentazione che coinvolge più di 140 paesi e oltre 20 milioni di visitatori attesi da tutto il mondo. Il tema selezionato per questa edizione è “Nutrire il pianeta, energia per la vita” e ripone di fronte all’attenzione mondiale il tema del cibo. E, soprattutto, di chi ne ha troppo poco: oltre 800 milioni di persone sono sottoalimentate nel mondo.

Per l’Onu, l’Expo sarà una grande occasione per rilanciare la lotta internazionale contro la fame nel mondo. Peccato che la realtà dei fatti sia diversa dagli obiettivi iniziali. Che sia street food, sushi o pasta e pizza, non è la qualità la prima preoccupazione dei visitatori di Expo 2015. Ma i prezzi, per i più decisamente troppo salati. Tanto per fare un esempio, una piadina da Eataly costa la bellezza di 8,50 euro. Cosa ci sarà di pregiato nella piadina offerta da Oscar Farinetti? Mistero del baffetto nazionale. Ma non finisce qui. Per una pizza margherita ci vogliono 10 euro. Comunque, non è solo l’imprenditore italiano ad essere un usuraio del cibo, chiunque ad Expo 2015 ha messo prezzi iperbolici. Una cotoletta e una birra costano 28,40 euro nel padiglione della Germania. Non scherzano nemmeno gli spagnoli e i giapponesi. I primi offrono un assaggio di prosciutto alla modica cifra di 20 euro, mentre quelli del Sol Levante chiedono 115 euro per un pranzo “speciale”. Mi sa che con questi prezzi diventeranno affamati anche quelli del mondo occidentale. Dimenticavo. Il biglietto di Expo 2015 costa 39 euro. Di seguito il servizio di Francesca Carrarini di “La Gabbia”.

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata