Ricerca personalizzata

Archivio

30 maggio 2014

Arriva il modulo di Google per il diritto all’oblio

Modulo Google per diritto all'oblioA poche settimane dal pronunciamento della Corte di Giustizia europea sul diritto dei cittadini a vedere rimosse dal web le informazioni inesatte o superate, i cittadini europei potranno chiedere la cancellazione di link a risultati di ricerca ritenuti inopportuni.

Google, il più grande motore di ricerca del mondo, ha annunciato il lancio di un servizio ad hoc: un modulo web attraverso cui chiedere la rimozione dei risultati di ricerca. E’ necessario identificarsi e indicare i link da rimuovere. Un dirigente Google ha dichiarato: “Esamineremo le richieste bilanciando il diritto alla privacy e quello all’informazione”. Negli ultimi anni sono state più di 200 le denunce legate alla tutela del diritto all’oblio ma il caso più famoso è quello di Mario Costeja, il cittadino spagnolo sulla cui querela si è pronunciata la Corte.

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata