Ricerca personalizzata

Archivio

19 maggio 2014

Tasi: Rinvio a settembre per i comuni in ritardo

TasiIl governo ha deciso che, nei comuni che entro il 23 maggio non avranno deliberato le aliquote, la scadenza per il pagamento della prima rata della Tasi è prorogata da giugno a settembre. Lo afferma una nota del Mef. Per tutti gli altri comuni la scadenza per il pagamento della prima rata della Tasi resta il 16 giugno. La decisione è stata presa dopo un incontro tra il governo e l’Anci.

Solo 832 Comuni(su 8.092 del totale) hanno deliberato quale aliquota applicheranno sulla Tasi, ma di questi sono 514 i Comuni che hanno pubblicato sul sito del ministero dell’Economia la loro delibera. Il Comune di Napoli ha alzato l’aliquota al 3,3 per mille(il massimo previsto) sulle abitazioni principali e approverà la delibera entro il 23 maggio. La Tasi si paga con modelli F24 o bollettino di conto corrente postale. Le rate previste sono due: la prima il 16 giugno, la seconda il 16 dicembre. Il calcolo è simile all’IMU. Si parte dunque dalla rendita catastale, la si rivaluta del 5% e si moltiplica il risultato per il coefficiente che varia in base al tipo di immobile(160 per le abitazioni). Su questo valore si applica l’aliquota comunale, con le eventuali detrazioni. Il calcolo può essere effettuato sul sito amministrazionicomunali.it.

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata