Ricerca personalizzata

Archivio

25 settembre 2014

Cassazione riduce pena stupro completo

Per stupro completo possibile pena ridottaSullo stupro la Cassazione ammorbidisce notevolmente una sentenza della Corte di Appello di Venezia. Gli imputati per violenza carnale, secondo l’Alta Corte, possono ottenere l’attenuante(con sconto di pena) di aver commesso un fatto “di minore gravità” anche per lo stupro completo. Mentre per la Corte d’Appello lo stupro completo non è mai di “minore gravità”.

Riguarda il caso di un uomo di 48 anni che imponeva con violenza rapporti alla compagna: accuse respinte e udienza rinviata ad altra sezione dell’Appello. Le toghe hanno giudicato “fondato” il ricorso del violentatore che ha sostenuto che, per valutare la gravità di uno stupro, deve “assumere rilevanza la qualità dell’atto compiuto(e segnatamente il grado di coartazione, il danno arrecato e l’entità della compressione) più che la quantità di violenza fisica esercitata”. Nel suo caso, da parte dei giudici d’Appello sarebbe “mancata ogni valutazione globale”, in particolare “in relazione al fatto che le violenze sarebbero sempre state commesse sotto l’influenza dell’alcol”. La sentenza della Cassazione farà molto discutere. “Mi sembra estremamente difficile immaginare un caso di violenza sessuale con penetrazione che possa essere poco grave”. E’ il commento dell’avvocato Giulia Bongiorno.

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata