Ricerca personalizzata

Archivio

16 settembre 2014

La scorta del ministro Pinotti strattona Antonino Monteleone

Roberta PinottiLa donna sorridente della foto è Roberta Pinotti, ministro della Difesa del governo Renzi. Perché è così allegra? I dieci uomini della scorta l’hanno salvata dall’attacco da un “pericoloso” individuo alla Festa de l’Unità di Firenze. Chi era l’uomo pericoloso? Un terrorista? Un cittadino con un Kalašnikov? Nulla di tutto questo.

Mister X è il giornalista Antonino Monteleone, inviato della trasmissione “Piazza Pulita”. Cosa ha fatto di così grave? Nulla. Ha fatte solo alcune domande scomode sull’invio di armamenti ai Peshmerga in Iraq. Si tratta di armi di fabbricazione ex-sovietica confiscate dall’Autorità giudiziaria a seguito di sequestro in mare avvenuto venti anni fa, nel corso del conflitto nei Balcani. “In che condizioni sono le armi?”. E’ la domanda fatta al ministro da Monteleone. La Pinotti ha risposto: “Sono un ministro, non un tecnico delle armi. Le condizioni le hanno visionate i militari e certamente sono armi funzionanti. Se lei è più bravo delle forze armate italiane potrei assumerla, le faccio un contrattino”. Monteleone ha fatto vedere cosa significa essere un giornalista con le palle, mentre la Pinotti ha dimostrato la solita arroganza tipica dei politicanti italiani. Troppo facile fare gli sbruffoni con la scorta al seguito. Faccio notare che quegli uomini li paghiamo noi con le tasse.

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata