Ricerca personalizzata

Archivio

26 settembre 2014

Vorrei essere Giuseppe Cruciani

Giuseppe CrucianiNon ho mai provato invidia in vita mia. Un giorno per curiosità ho deciso di ascoltare la trasmissione radiofonica “La Zanzara” e all’improvviso è spuntato fuori questo sentimento astioso. Lo confesso: invidio Giuseppe Cruciani. Perché è un giornalista di successo? Non scherziamo. Perché è un giornalista saggio? Non sono ubriaco.

Allora perché invidio Cruciani? Il motivo è economico: il giornalista viene pagato per sparare cazzate in radio. Nella puntata di ieri(25 settembre), Cruciani ha fatto un piagnisteo perché il Garante della Privacy ha richiamato “La Zanzara” per lo scherzo telefonico a Fabrizio Barca(quello che voleva ridurre l’illuminazione artificiale per farci ammirare il cielo stellato). Questi c’hanno più di 40 anni e fanno ancora scherzi telefonici. Ma trovatevi un lavoro serio. Tra una baggianata e l’altra, il conduttore ha invitato i suoi fan a scrivere una lettera di protesta all’Autority. Roba da trattamento sanitario obbligatorio.

Cruciani ha dichiarato: “La cosa che mi fa pensare è che con tutti i cazzi italiani sulla violazione della privacy, questi qua sono andati a rompere i coglioni proprio a noi che abbiamo fatto uno scherzo”. Il conduttore de “La Zanzara” ha attaccato anche la giustizia perché considera un reato il saluto fascista. Cruciani ha commentato: “E’ una follia tutta italiana”. Ma non sono solo le baggianate a farmi salire lo stomaco in gola. Il signor Cruciani è arrogante e spocchioso, fa quasi venire voglia di prenderlo a schiaffi. Conclusioni? Il giornalista rappresenta l’oracolo del nulla che trova consenso solo tra i prolet senza cervello. Cruciani è un’altra follia tutta italiana.

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata