Ricerca personalizzata

Archivio

20 dicembre 2014

L’appello di una mamma della Terra dei Fuochi al presidente Napolitano

L'appello di Anna al presidente Napolitano“Signor presidente, io sono Anna, la mamma di Riccardo morto a 22 mesi per una leucemia molto rara. Lei mi ha ricevuto un anno fa al Quirinale e si è molto emozionato: davvero ho creduto che lei non sapesse nulla”. Inizia così il commovente appello di Anna, una mamma della Terra dei Fuochi.

La donna chiede al presidente Giorgio Napolitano di prendersi un impegno per i piccoli morti innocenti: “Quello che ci ha promesso non è mai arrivato, l’esercito nelle quantità richieste, una legge con sanzioni e punizioni esemplari. Noi chiediamo a lei e al Governo Renzi tutela, perché stiamo morendo tutti. Da cittadina, mamma e donna le chiedo di riconoscere queste i nostri figli come vittime delle ecomafie, che hanno fatto sì che questi bambini morissero”. La verità è che dei morti della Terra dei Fuochi non frega ad un tubo a nessuno. I politicanti menzionano il problema solo durante le campagne elettorali. Matteo Renzi? L’attuale premier è solo uno sciacallo che usa frasi fatte per abbindolare i creduloni. Il 19 novembre 2013, il signor Renzi promise che si sarebbe interessato dei roghi tossici in Campania. Ad un anno di distanza non ha fatto un tubo. Napolitano? Meglio stendere un velo pietoso.

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata