Ricerca personalizzata

Archivio

27 gennaio 2015

Unimpresa: In 6 anni persi oltre 1 milione di posti di lavoro

In 6 anni perso oltre 1 milione di posti di lavoroIn sei anni di crisi in Italia è andato perso oltre un milione di posti di lavoro. Dal 2008 al 2014 nel nostro Paese gli occupati sono scesi da 25,3 milioni a 24,3 milioni con un calo di oltre 1 milione di unità(-4,08%). Lo rileva un rapporto del Centro studi Unimpresa che ha analizzato l’andamento del mercato del lavoro nazionale e dei Paesi della zona euro dal terzo trimestre 2008 al terzo trimestre 2014.

Nell’area euro l’occupazione è calata del 2,85%(-4,3 milioni) da 153,3 milioni a 149 milioni. Unica eccezione è la Germania(+4,42%) che ha dato impiego a 1,8 milioni di persone in più(da 41 milioni a 42,8 milioni). Dentro i nostri confini, in media si sono persi 172 mila posti di lavoro l’anno. Non solo l’Italia, comunque, vede diminuire l’area dell’occupazione. Fra i principali paesi che adottano la moneta unica, il quadro è negativo anche in Francia e Spagna. Nel dettaglio, in Francia nel terzo trimestre 2008 gli occupati erano 27,2 milioni mentre a settembre 2014 risultavano 27,1 milioni: i posti di lavoro persi sono 139 mila(-0,51%). In caduta libera l’occupazione in Spagna che ha assistito a un crollo della forza lavoro: da 24,4 milioni a 18,3 milioni, gli occupati in meno sono 2,96 milioni(-24,72%). Paolo Longobardi, presidente di Unimpresa, ha dichiarato: “La situazione è da allarme rosso. L’emorragia di posti di lavoro si estende a vista d’occhio giorno dopo giorno e non si vede una via d’uscita. Le imprese sono stremate e il fallimento è inevitabile. Finora il governo di Matteo Renzi ha deluso le nostre aspettative”.

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata