Ricerca personalizzata

Archivio

26 febbraio 2015

UE: Italia resta sotto osservazione

Pierre MoscoviciEsaminata la Legge di Stabilità, la Commissione UE ha deciso di non aprire una procedura contro l’Italia. Secondo quanto si legge nel documento esaminato ieri(25 febbraio), gli squilibri sono rimasti invariati, richiedono monitoraggio specifico e decise azioni politiche ma sono riconosciuti fattori rilevanti. Tutto bene? Mica tanto. Pierre Moscovici, commissario agli affari economici, ha dichiarato: “L’Italia resta tra i sorvegliati speciali. Abbiamo chiesto sforzi di bilancio per ridurre il debito pubblico”. Ci saranno nuovi tagli alla spesa sanitaria? In merito al Jobs Act, la Commissione UE scrive: “Si rilevano decisivi cambiamenti nella legislazione di protezione del lavoro e nei benefici per la disoccupazione”.

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata