Ricerca personalizzata

Archivio

27 aprile 2015

Eurostat: Record lavoratori inattivi in Italia

Record lavoratori inattivi in Italia[9]In Italia sono circa 3,35 milioni il numero di lavoratori potenziali che non cercano un’occupazione e di questi ben il 60% sono donne. Rappresentano il 13,6% della forza lavoro. E’ quanto emerge dai dati Eurostat per il 2014. Dal rapporto emerge che l’Italia ha il record di inattivi in Europa.

Si tratta di persone considerate inattive anche a causa della sfiducia nella possibilità di poter trovare occupazione ma disponibili a un eventuale impiego. Gli altri Paesi “maglia nera” sono Croazia(9,6%), Bulgaria(7,6%) e Finlandia(7,4%), contro una media UE del 4,8% di cui il 57% è “rosa”. In Germania la percentuale complessiva di coloro che non cercano lavoro ma sono disponibili è al 2,4% ma anche in Grecia con la disoccupazione oltre il 25% quest’area è al 2,8%. Sul fronte opposto, invece, a livello UE il 22,2% di lavoratori part-time avrebbero preferito lavorare di più. Il record di sottoccupati spetta alla Grecia(72,1%), seguita da Cipro(65,9%) e Spagna(57,3%). L’Italia registra invece appena il 18,3% di lavoratori part-time sottoccupati(sotto la media UE), di cui il 61% sono donne.

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata