Ricerca personalizzata

Archivio

21 aprile 2015

Roma e Brasilia festeggiano il compleanno

Piazza di Spagna a RomaRoma festeggia oggi il giorno della sua fondazione, il 21 aprile del 753 a.C.: questo il giorno in cui Romolo tracciò il solco divenuto il confine della nuova città. A indicare il 21 aprile come “Natale di Roma”, nel I secolo a.C., fu lo storico Varrone. L’imperatore Claudio, nel 47 d.C. accolse la datazione come ufficiale e stabilì la festa, perduta con la fine dell’impero romano.

Una ricomparsa durante il Risorgimento, poi la nuova consacrazione nell’epoca fascista, che inglobò nel Natale di Roma anche la Festa del lavoro. Dal 1945, ristabilito il Primo Maggio, il Natale di Roma è diventato una festa laica per la sola città. In occasione delle cerimonie e commemorazioni previste per il 2768/esimo Natale di Roma, via dei Fori Imperiali sarà pedonalizzata per tutto il giorno e sono previsti numerosi spettacoli ed eventi nella zona. Non c’è solo Roma, a festeggiare il compleanno Brasiliaoggi: il 21 aprile di 55 anni fa veniva infatti inaugurata Brasilia, la nuova capitale del Brasile. Costruita dal 1956 al 1960 su decisione del presidente Kubitschek, Brasilia ha tra i padri fondatori l’architetto Oscar Niemeyer, autore dei maggiori edifici pubblici. Il piano urbanistico è di Lucio Costa, che la immaginò a forma di croce, come tracciata su una mappa. Per esigenze topografiche la croce è diventata un aeroplano: la fusoliera contiene i palazzi dell’amministrazione pubblica mentre le altre strutture sono dislocate lungo le ali(chiamate appunto Ala Nord e Ala Sud). Ancora in costruzione, Brasilia è Patrimonio dell’umanità Unesco. La nuova capitale del Brasile è costata l’equivalente di 15 miliardi di euro.

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata