Ricerca personalizzata

Archivio

28 giugno 2016

E’ morto Bud Spencer

Bud SpencerBud Spencer, vero nome Carlo Pedersoli, è morto ieri(27 giugno) a Roma all’età di 86 anni. L’attore e campione di nuoto era nato a Napoli il 31 ottobre 1929. “Papà è volato via serenamente. Non ha sofferto, aveva tutti noi accanto”, ha annunciato il figlio Giuseppe. Scompare un grande interprete del nostro cinema che nel corso della sua lunga carriera ha saputo conquistare il pubblico con la sua grandissima professionalità.

Nel 2010, ha ricevuto il David di Donatello alla carriera. Come nuotatore è stato il primo italiano a scendere sotto il minuto nei 100 metri stile libero, oltre ad essere stato più volte campione italiano di nuoto a stile libero e in staffetta. Per tutti era il gigante buono che menava sganassoni sempre in coppia con l’amico Terence Hill. L’omone barbuto degli spaghetti western degli anni ‘70, quelli che hanno conquistato generazioni di ragazzi innamorati dei due scanzonati eroi de “Lo Bud Spencer e Terence Hillchiamavano Trinità”. Ma accanto ai film più popolari Bud Spencer ha lavorato anche per il cinema d’autore con Olmi e per il dramma di denuncia civile con “Torino nera” di Carlo Lizzani. Bud Spencer viene notato dal cinema nel pieno della stagione di Hollywood sul Tevere. Comparsa in “Quo Vadis” e poi sul set di “Annibale”. Sarà Monicelli ad affidargli il primo, vero ruolo, quello del manesco Nando in “Un eroe dei nostri tempi” del 1955. Con il cinema la gavetta è lunga e Bud Spencer conquista il ruolo di protagonista nel western “Dio perdona io no” solo nel 1967. Qui incontra Terence Hill(vero nome Mario Girotti), che diventerà suo partner d’eccellenza.

Alle due star nelle presentazioni in locandina viene consigliato di cambiare i propri nomi, considerati “troppo italiani” per un film western e per fare colpo a livello internazionale. Carlo Pedersoli scelse lo pseudonimo Bud Spencer, in onore della birra Budweiser(commercializzata in Italia come Bud) e dell’attore Spencer Tracy. A consacrare il successo del duo il film successivo, “Lo Bud Spencer e Luigi De Magistrischiamavano Trinità” del 1970. In seguito arriveranno altri film, tra cui “... altrimenti ci arrabbiamo!”(1974) e “I due superpiedi quasi piatti”(1978). Alla fine la coppia Spencer-Hill reciterà assieme in 16 film. Negli anni ‘70 Bud Spencer partecipò a “Piedone lo sbirro” diretto da Steno cui seguirono altri tre film. Negli anni ‘90 partecipò anche ad alcune serie, come “Big man”(1988) e “Detective extralarge”(1991-1993). L’anno scorso a Napoli ricevette una medaglia e una targa per la sua lunga carriera dal sindaco Luigi De Magistris. Nel video la “mitica” scena dello zoppo e il sordomuto tratta dal film “I due superpiedi quasi piatti”.

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata