Ricerca personalizzata

Archivio

16 luglio 2017

Incidenti stradali mortali in aumento nel 2017

Donna al volante con lo smartphoneIncidenti stradali in aumento del 4,6% nel primo semestre del 2017, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Quelli mortali sono stati 727, 32 in più rispetto a un anno fa. Le vittime sono state 800 con un aumento del 7,4% rispetto ai 745 casi registrati nel primo semestre 2016. Sono i dati di Polizia stradale e Carabinieri in occasione del 70esimo anniversario dalla fondazione della Polstrada.

E questo a 15 mesi dall’entrata in vigore del reato di omicidio stradale. Dal 25 marzo 2016, data di entrata in vigore della Legge, al 4 giugno 2017 la Polizia stradale ha rilevato 843 incidenti mortali e 26.812 incidenti con lesioni e per 456 casi ha proceduto per il reato di omicidio stradale arrestando inoltre 25 persone in flagranza di reato. Il dirigente della Polstrada Giuseppe Bisogno ha dichiarato: “Tra le cause degli incidenti l’uso di telefonini e smartphone. Temiamo che stia riprendendo il trend del 2015, che fu un anno nero, e dunque potremmo chiudere l’anno con 100 morti in più”. Nel 2016 sono aumentate del 18% le infrazioni alla norma che vieta l’uso del cellulare durante la guida. Nei primi sei mesi del 2017, secondo i dati in possesso di Polizia e Carabinieri, si sono verificati complessivamente 35.444 incidenti. Un numero in calo del 3,2% rispetto allo stesso periodo del 2016. Dal controllo con precursori alcoltest su 38.936 conducenti, 2.088 sono risultati positivi anche alla verifica con etilometro, con un tasso alcolemico superiore a 0,5 g/l. I conducenti successivamente sottoposti ad esame comportamentale ed al test di screening sulla saliva, per verificare la presenza di sostanze stupefacenti, sono stati 2.753, dei quali 675 risultati positivi ad almeno una sostanza stupefacente.

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata