Ricerca personalizzata

Archivio

28 luglio 2017

Preso il piromane del Vesuvio

CarabinieriIdentificato e arrestato dai carabinieri l’autore dell’incendio che ha distrutto 10 mila metri quadrati di vegetazione nel parco nazionale del Vesuvio. Le fiamme avevano lambito anche la sua abitazione. Il piromane non avrebbe avuto un obiettivo preciso nella sua azione.

Nella notte i militari hanno dato esecuzione a una misura di custodia cautelare in carcere per incendio boschivo, emessa dal gip di Torre Annunziata nei confronti di un 24enne già noto alle forze dell’ordine. Il ragazzo è stato identificato grazie all’esame di immagini di telecamere di videosorveglianza e intercettazioni. Il piromane ha utilizzato un semplice accendino per dare il via ai roghi. Il “presunto” eco criminale si chiama Leonardo Orsino, vive a Torre del Greco, fa il macellaio e ha una passione per il fuoco. Lo scorso 17 luglio la versione online de “Il Mattino” ha pubblicato un articolo diffamatorio nei confronti dei disoccupati organizzati. Secondo l’autore dell’articolo, gli ex lavoratori a progetto avevano incendiato il Vesuvio per ottenere un lavoro con la bonifica. L’arresto di oggi smentisce questa ipotesi. Il rogo sul Vesuvio è stata causato da un ecocrminale.

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata