Ricerca personalizzata

Archivio

28 settembre 2017

Lo strano caso della scuola Virgilio I

Scuola Virgilio IUna scuola viene chiusa per una ristrutturazione e non riapre più. Non è una sceneggiatura da film comico, ma è quello che è accaduto nel Comune di Napoli. La scuola Virgilio I si trova nel rione Monterosa, nella zona nord del capoluogo campano. Nel 2012 la Regione Campania decide di accorpare questa scuola al 58° CD Kennedy. Viene creato un IC con perdita di 1 autonomia.

Nel 2015 l’Istituto Comprensivo 58 Kennedy pianifica i lavori di ristrutturazione per la scuola Virgilio I. Il bando viene vinto dall’impresa SUPINO GROUP s.r.l. per un costo totale di 295.666,896 euro comprensivo dell’importo di €. 8.110,27 per gli oneri diretti ed indiretti per sicurezza non soggetti a ribasso ed oltre IVA. In data 01.07.2015 è stato sottoscritto il contratto di appalto e cinque giorni dopo sono stati consegnati i lavori. I lavori sono stati ultimati il 30 novembre 2015. La scuola ha ricevuto interventi di efficientamento energetico(coibentazione dei lastrici solari con la conseguente impermeabilizzazione) e per garantire l’attrattività(tinteggiature di soffitti e di pareti interne ed esterne). Al termine dei lavori, l’impresa aveva un credito di 8.677,89 euro con il Comune di Napoli. E’ stato saldato? Non si sa.

Credito

L’unica cosa certa è che la scuola Virgilio I non ha più riaperto dopo i lavori di ristrutturazione. Come mai? In rete non ho trovato nulla, ma girano diverse voci. Una signora afferma che il terremoto di Amatrice avrebbe causato dei danni alle fondamenta della scuola. La protesta dei genitori degli alunniQuesto sarebbe il motivo della mancata agibilità della Virgilio I. Ieri(27 settembre), ho inviato una mail all’IC 58 Kennedy per sapere il reale motivo della mancata riapertura. Al momento nessuna risposta. Le scuole sono una vera e propria emergenza nel rione Monterosa. Il consiglio di istituto n° 7 del 26/09/2017 ha deciso di chiudere il “plesso ISES” fino a nuove disposizioni. Gli studenti sono stati trasferiti presso l’Istituto Comprensivo Kennedy, dove frequenteranno le lezioni durante le ore pomeridiane. Ieri mattina i genitori hanno organizzato un sit-in di protesta. In attesa di risposte dal sindaco Luigi De Magistris, la protesta non si placa e le mamme annunciano battaglia.

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata