Ricerca personalizzata

Archivio

16 ottobre 2017

Bortone: La razza non esiste

Serena Bortone“Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali”. E’ quello che recita l’articolo 3 della Costituzione italiana.

In una classe di Modena questo articolo non viene rispettato, visto che una bambina italiana cattolica è stata emarginata dai figli dei migranti per questioni religiose. Ad “Agorà” la madre ha dichiarato: “Mia figlia emarginata perché non era della loro stessa razza. Invitavamo i compagni a casa a fare i compiti ma rifiutavano perché non era della stessa religione”. La frase della signora ha fatto andare su tutte le furie Serena Bortone. La conduttrice ha precisato: “La razza non esiste. E’ un concetto che dicono anche i genetisti. Dovrebbero toglierlo anche dalla nostra Costituzione”. Ottima idea. Facciamo modificare l’articolo 3 dai renziani, così tolgono anche il termine “pari dignità sociale”. Il problema della Bortone è che si focalizza sempre sulle stupidaggini. La signora ha menzionato un problema gravissimo, ovvero quello dell’emarginazione sociale per essere “diverso”. Cosa fa quella “faccia da gufo” della conduttrice? Si indigna per il termine “razza”. Il termine razza non è scientifico, ma ciò non toglie che i migranti hanno culture, tradizioni e religioni diverse dalla nostra. Siamo arrivati al punto di essere ospiti in casa nostra. E finiamola con la storia che siamo tutti uguali. Se fosse così, chiunque potrebbe condurre “Agorà” al posto dell’inutile Serena Bortone.

Modena: classe di 18 stranieri e 1 italiana

"Mia figlia emarginata perché non era della loro stessa razza. Invitavamo i compagni a casa a fare i compiti ma rifiutavano perché non era della stessa religione". Modena, classe di 18 stranieri e 1 italiana: parla la madre.

Pubblicato da Agorà su Lunedì 16 ottobre 2017

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata