Ricerca personalizzata

Archivio

11 marzo 2016

La balaustra pericolante di via Nazario Sauro

Nastrino rosso sul lungomare di NapoliIl lungomare è forse una delle cose più belle di Napoli. Da via Nazario Sauro a Mergellina è possibile ammirare un panorama mozzafiato che rende questa città unica. Napoletani e turisti vanno avanti e indietro e, quando devono prendere fiato, si seggono sulle balaustre presenti. Una cosa innocua che però può essere molto pericolosa a Napoli.

In un punto di via Nazario Sauro, a pochi passi dalla Fontana della Immacolatella, c’è una balaustra pericolante che mette a rischio l’incolumità dei cittadini. Ho scoperto questo scempio il 19 agosto 2015. La “mitica” rete rossa, tanto caro alla Giunta De Magistris, è finita anche su Google Maps(foto datata settembre 2015). Una domanda sorge spontanea: cosa fatto il Comune di Napoli in questi sette mesi? Nulla. I tipi in giacca e cravatta del Comune, invece di risolvere il problema Nastrino rosso su Google Mapsdefinitavamente, si ostinano a posizionare la solita rete rossa. Il risultato? La protezione resiste un paio di giorni, poi torna tutto come prima. Il “mitico” Alfredo Di Domenico(alias Bukaman) ha segnalato l’annosa questione al programma “Uffici reclami” di Canale 8. Il supereroe ha notato che la rete rossa non c’è più. Dove è finita? Sugli scogli. Il Comune è intervenuto dopo la segnalazione del presidente Chiosi della I Municipalità. La balaustra è stata riparata? Macchè. E’ stata posizionata una rete rossa più lunga, tempo due giorni e tornerà tutto come prima. Dobbiamo fare una colletta per mettere in sicurezza la balaustra?

La balaustra pericolante di via partenope arriva a "Uffici reclami"

Pubblicato da Maxso Magazine su Venerdì 11 marzo 2016

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata