Ricerca personalizzata

Archivio

Followers

9 settembre 2016

L’Italia diventerà un campo profughi?

MigrantiContinuano gli arrivi di migranti in Italia. Da quando a marzo è entrato in vigore l’accordo tra Unione Europea e Turchia, gli arrivi in Grecia sono stati praticamente bloccati. Il nostro “caro” premier ha assecondato i “capricci” dei tedeschi e degli austriaci versando 300 milioni di euro alla Turchia per chiudere la rotta dei Balcani. In totale l’UE ha regalato 3 miliardi di euro a Erdoğan per fare il lavoro sporco al posto nostro.

Il risultato è sotto gli occhi di tutti: la rotta del Mediterraneo è tornata di moda e l’Italia non riesce più a gestire l’ondata migratoria. Secondo i dati Unhcr, nei primi 8 mesi del 2016 sono sbarcati 114.910 migranti nl nostro Paese. A luglio c’è stato un incremento del 12% rispetto allo stesso mese del 2015, mentre ad agosto gli arrivi sono stati 21.300 in linea con quelli del 2015. L’emergenza migranti non ci sarebbe senza le politiche dell’Unione Europea. Il motivo? L’Europa, infatti, si sta concentrando non su come proteggere le persone ma su come tenerle lontane. L’Austria ha raggiunto un accordo sul cosiddetto “provvedimento d’emergenza” che prevede, tra l’altro, un sostanziale stop alle richieste di asilo, respingimenti in paesi sicuri, e 2.200 soldati per controllare i confini.

Per l’Italia rappresenta un grosso problema la chiusura della frontiera al Brennero. Il nostro Paese rischia di diventare la Libia europea, un enorme campo profughi dove migliaia di persone cercano di passare il confine per andare nel Nord Europa. Un altro ostacolo è rappresentato dal Regolamento di Dublino, che obbliga il migrante a chiedere asilo nel primo Paese di arrivo. Le cattive notizie non finiscono qui. La Gran Bretagna è pronta a finanziare la costruzione di un muro lungo l’autostrada che arriva al porto francese di Calais per fermare i migranti che cercano di salire a bordo dei camion diretti in Inghilterra. Il muro alto 4 metri e lungo 1 km, arginerà l’esodo dal campo “Giungla” dove vivono 9.000 migranti. Facile immaginare che la Francia aumenterà i controlli alla frontiera di Ventimiglia. L’Italia è ormai lasciata sola, ma i perbenisti ipocriti ancora non l’hanno capito.

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata