Ricerca personalizzata

Archivio

Followers

9 gennaio 2017

Ospedale Nola: Cure a terra meglio che niente

Ospedale “Santa Maria della Pietà” di NolaNon si placano le polemiche per il servizio del TG5 sul pronto soccorso dell’ospedale “Santa Maria della Pietà” di Nola(Napoli), dove i pazienti sono curati a terra, senza barelle, separati dal pavimento solo da copertine.

“Abbiamo preferito curare le persone a terra piuttosto che non dare loro assistenza. In ospedale abbiamo 15 barelle, 10 delle quali al pronto soccorso, e sabato ne abbiamo sequestrate due alle autoambulanze per far fronte all’emergenza venutasi a creare”. Così il direttore sanitario dell’ospedale Andrea De Stefano. Una situazione “eccezionale” provocata dall’afflusso di utenti nel pronto soccorso. De Stefano ha dichiarato: “Tra sabato e domenica sono arrivate 265 persone a fronte delle 150 circa che arrivano in media, complice anche il freddo che ha gelato le strade, e che ha costretto molte persone della provincia di Avellino a venire a Nola anziché andare altrove”. Il ministero della Salute ha inviato i carabinieri del Nas per un’ispezione.

La Sanità campana è al collasso. Tutto inizia nel 2010 quando parte il piano di rientro della Regione Campania per il recupero del disavanzo sanitario. Stefano Caldoro(all’epoca governatore) chiuse alcuni nosocomi diminuendo drasticamente i posti letto regionali. La cosa ha creato non pochi problemi ai cittadini campani. I reparti affollati dell’ospedale Cardarelli di Napoli sono finiti diverse volte a “Striscia la Notizia”. Il “caso” Nola non è una sorpresa e solo frutto dei tagli alla Sanità fatti in Campania per rientrare dal deficit di bilancio. Tutto in nome dell’Unione Europea dei burocrati. Medici e infermieri non sono responsabili dello sfascio nella Sanità campana, i veri responsabili sono i politici. A proposito, dove sta il governatore Vincenzo De Luca?

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata