Ricerca personalizzata

Archivio

Followers

9 gennaio 2015

Massimo Franco: Senza euro distruzione della ricchezza

Massimo FrancoIl tizio che vedete nella foto è Massimo Franco, un giornalista de “Il Corriere della Sera”. Ieri(8 gennaio) è stato ospite da Lilli Gruber a “Otto e Mezzo” insieme a Luigi Di Maio(M5S). L’uomo è uno dei tanti vassalli(o baciapiedi) che prevede scenari apocalittici in caso di uscita dall’euro.

Franco ha dichiarato: “Voi che dite di difendere gli imprenditori e l’economia del Paese, quando poi volete proporre il referendum per l’uscita dall’euro se vi rendete conto della distruzione di ricchezza dei risparmi italiani che un’iniziativa del genere comporterebbe”. Rovescio la domanda: quale futuro ci attende con l’euro? La risposta alla domanda non è difficile, basta guardare i dati su consumi, PIL, disoccupazione e debito pubblico. I primi due sono crollati, mentre gli altri due sono schizzati negli ultimi tre anni(da dicembre 2011 a novembre 2014). E’ emblematico il dato sul debito pubblico: è cresciuto di 259,6 miliardi di euro nonostante l’austerity imposta dalla Troika. Nello stesso periodo la disoccupazione è passata dall’8,9% al 13,4%. Quest’ultimo dato rappresenta un record.

Vogliamo parlare dei consumi? La spesa degli italiani per il cibo tra il 2006 e il 2014 è arretrata di ben 12 punti percentuali. Nell’alimentare i consumi in termini reali risulterebbero nel 2016 ancora inferiori di quasi 20 miliardi di euro rispetto ai livelli del 2006. E’ quello che viene fuori dal rapporto “Consumi e distribuzione” di Coop. Questo sarebbe benessere per il signor Franco? Il futuro dell’Unione Europea è nebuloso. Un documento della Commissione Europea prevede un futuro senza crescita nel vecchio Continente e con la disoccupazione alle stelle. Ma di cosa parlare? L’euro è destinato a morire. Non puoi avere una moneta unica senza unione fiscale e condivisione del debito. Dimenticavo. Nel video allegato noterete che Franco e la Gruber cercano in tutti i modi di stoppare il grillino. Poi dicono che in Italia non c’è il problema vassallaggio. I giornalisti sono i principali responsabili del fallimento dell’Italia.

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata