Ricerca personalizzata

Archivio

Followers

24 marzo 2016

BCE: Rischi per bilancio pubblico Italia

Mario Draghi e Matteo RenziNel 2016 l’Italia corre il rischio di un significativo scostamento dai requisiti del bilancio preventivo, anche qualora si decidesse in primavera di accordare maggiore flessibilità al Paese, che non rispetterebbe la regola del debito né nel 2015 né nel 2016. Non lo dice il solito gufo anti Matteo Renzi, ma la Banca Centrale Europeo nel bollettino mensile.

Servono dunque ulteriori sforzi di risanamento dei conti. Per la cronaca, la flessibilità richiesta dal governo Renzi sono i 3,3 miliardi di euro che l’Italia ha buttato per l’emergenza migranti. Ma torniamo al bollettino della BCE. I Paesi con alti debiti sono vulnerabili a un rialzo dell’instabilità nei mercati finanziari e 8 Paesi della zona euro, fra cui l’Italia, sono esposti a rischi elevati per la sostenibilità del bilancio pubblico nel medio periodo. Secondo l’Istituto di Francoforte, la ripresa economica prosegue, ma a ritmi inferiori a quelli attesi agli inizi dell’anno e dovrebbe procedere a ritmo moderato. Per la BCE, la domanda interna dovrebbe essere ulteriormente sorretta dalle misure di politica monetaria.

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata