Ricerca personalizzata

Archivio

Followers

1 luglio 2015

Pino Scotto contro le foto arcobaleno su Facebook

Pino ScottoTorna nuovamente su questo blog l’appuntamento con “Cena con Pino”. Questa volta il famoso rocker italiano parla dell’ennesima moda diffusa su Facebook la scorsa settimana. Ventisei milioni di utenti hanno inserito un filtro arcobaleno sulla loro immagine di profilo per celebrare il sì della Corte Suprema degli Stati Uniti ai matrimoni gay.

Alla fine si è scoperto che questa moda è l’ennesima indagine di mercato di Facebook per “usurpare” nuovi dati su come si diffondono scelte di posizione e schieramenti. Gli utenti in pratica sono solo cavie utilizzate per scopi pubblicitari. L’unico a guadagnarci è l’ebreo Mark Zuckerberg. Scotto ha detto: “26 milioni di brutti stronzi non avete capito un cazzo! Facebook venderà i dati a qualche politico per fottervi ancora. Ci avete rotto il cazzo con l’arcobaleno!”. Il rocker italiano ha aggiunto: “L’arcobaleno è solo uno: quello della dottoressa Caterina Vetro. Sono 7 anni che abbiamo questo progetto per i bambini del centro America. Ho chiesto aiuto a tutti ma nessuno si è fatto vedere. Voi che mettete l’arcobaleno su Facebook fate una donazione per quei bambini”.

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata