Ricerca personalizzata

Archivio

Followers

3 agosto 2015

Al via rimborsi di 800 euro ai pensionati

Rimborsi pensioniOggi(3 agosto) i pensionati con un reddito di 1.500 euro lordi percepiranno 796,27 euro di arretrati. Arriva così il risarcimento dopo la bocciatura della Corte Costituzionale del mancato adeguamento degli assegni scattato nel 2012 e deciso dal governo Monti.

Lo spiega, a titolo esemplificativo, la circolare con cui l’Inps fornisce le istruzioni applicative del decreto pensioni, con cui il governo ha definito l’entità delle rivalutazioni degli assegni superiori a tre volte il minimo. I rimborsi oscilleranno tra i 300 e i 1.000 euro circa, con il beneficio massimo di 955 euro per gli assegni da 1.800 euro al mese. Chi ha una pensione da 1.500 euro lordi al mese, riceverà una maggiorazione di quasi 42 euro al mese dal 2016. Il recupero dei denari congelati è esteso agli eredi dei pensionati interessati, che devono presentare una domanda apposita. Ricordiamo che il rimborso è parziale rispetto a quella che sarebbe stata la restituzione totale della mancata rivalutazione. Secondo i calcoli dell’Ufficio parlamentare di bilancio la restituzione è pari a circa il 12%. L’assegno dei pensionati sarà più consistente anche per il rimborso delle tasse. Rimborsi e conguagli relativi al 730 saranno ripagati questo mese sia per le dichiarazioni presentate entro il 30 giugno che per quelle arrivate entro la seconda scadenza del 20 luglio.

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata