Ricerca personalizzata

Archivio

Followers

4 maggio 2017

Migrante inveisce contro inviata di Agorà

Migrante inveisce contro inviata di AgoràI migranti servono per occupare i posti di lavoro rifiutati dagli italiani e per pagare le pensioni. Questo è il ritornello che sentiamo spesso in televisione. Al momento sappiamo che l’emergenza migranti ci costa 4,6 miliari di euro all’anno e che i lavoratori stranieri fanno evaporare una parte della nostra ricchezza. L’unica cosa certa è che i migranti hanno fatto aumentare il numero di indigenti nel nostro Paese.

Ovunque ti giri trovi una persona di colore che chiede l’elemosina ai passanti. Siamo arrivati al punto che dovremmo fare le rapine se volessimo “soddisfare” tutti i migranti che troviamo per strada. In Italia anche fare beneficenza è diventata un lusso per pochi. A Milano la situazione è diventata insostenibile. Due giorni fa(2 maggio) c’è stata un imponente operazione delle forze dell’ordine davanti alla stazione Centrale del capoluogo lombardo. Alcune delle persone identificate sono state fatte salire sui mezzi della polizia posizionati lungo la piazza dopo essere stati perquisiti e invitati a liberarsi di oggetti come forbici, Francesca Panzicaaccendini e coltellini. Altri migranti invece hanno scoperto di aver ottenuto l’ok della Commissione al rilascio del permesso di soggiorno per motivi umanitari.

Questa mattina(4 maggio) il programma “Agorà” è tornato a Milano per verificare cosa sia cambiato dopo il blitz delle forze dell’ordine. Nel corso della diretta è successa una cosa “strana”: un uomo urlava come un pazzo mentre Gerardo Greco diceva le solite cose da “libro cuore”. “Cos’era quella roba?”, questo è il commento del conduttore. A quel punto le immagini mostrano un migrante facinoroso che inveisce contro l’inviata Francesca Panzica(foto). Vi sbagliate di grosso se pensate che l’uomo scappato dalla guerra voleva farsi una “sveltina” con la bella inviata di “Agorà”. Il migrante pretendeva che la donna andasse via dalla piazza pubblica perché lui dorme in piazza mentre gli italiani hanno tutto. Ma ci rendiamo conto? L’aggressione verbale è avvenuta a pochi metri dalle pattuglie dell’esercito; i militari non hanno fatto nulla per difendere la povera giornalista. L’Italia è un Paese alla deriva.

Migrante inveisce contro inviata di Agorà

Pubblicato da Maxso Magazine su Giovedì 4 maggio 2017

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata