Ricerca personalizzata

Archivio

16 aprile 2014

Osservasalute: Italia popolo di obesi e vecchi

Rapporto Osservasalute 2013Il “rapporto Osservasalute 2013” presentato presso l’Università Cattolica descrive un po’ come siamo fatti facendo riferimento a due valori della popolazione: il peso medio e l’età. Così risulta che siamo sedentari, siamo poco sportivi, siamo consumatori insufficienti di frutta e verdura: il sovrappeso e l’obesità non risparmiano bambini e ragazzi.

Ogni 100 giovani che hanno un’età inferiore ai 15 anni risiedono in Italia oltre 148 persone che hanno dai 65 anni i su. Le regioni più vecchie sono la Liguria(238,4 per 100), il Friuli Venezia Giulia(190,0 per 100) e la Toscana(187,3 per 100). All’opposto, valori contenuti si sono registrati in Campania(101,9 per 100), nella Provincia Autonoma di Bolzano(111,1 per 100) e Sicilia(126,2 per 100). Importanti sono anche i dati dell’Indice di Dipendenza: a livello nazionale ogni 100 persone in età attiva(15-64 anni) ve ne sono 53,5 che, per motivi di età, sono potenzialmente da loro “dipendenti”.

Interessante è anche l’indicatore sugli ultracentenari: i dati evidenziano che l’ammontare della popolazione di 100 anni ed oltre è cresciuto in modo consistente nell’ultimo decennio(2002-2011). In particolare, gli ultracentenari sono più che raddoppiati nel periodo di riferimento, passando da poco più di 6.100 unita nel 2002 ad oltre le 13.500 nel 2011. Si noti poi come la componente femminile sia maggiormente rappresentata: nel 2011, infatti, le donne rappresentano l’82,8% del totale degli ultracentenari. La speranza di vita alla nascita nel 2010 è di 79,4 anni per gli uomini e 84,5 anni per le donne.

In Italia, nel 2012, il 35,6% della popolazione adulta è in sovrappeso, mentre una persona su dieci è obesa(10,4%); complessivamente, il 46,0% dei soggetti di età superiore ai 18 anni è in eccesso ponderale. Le regioni meridionali presentano la prevalenza più alta di persone obese(Puglia 12,9% e Molise 13,5%) ed in sovrappeso(Basilicata 39,9% e Campania 41,1%) rispetto alle regioni settentrionali(obese: Liguria 6,9% e PA di Bolzano 7,5%; sovrappeso: Liguria 32,3% e PA di Bolzano 32,5%). Confrontando i dati con quelli degli anni precedenti si osserva che, dal 2001, si è registrato un aumento del 3,6% di persone con eccesso di peso.

Nel 2012, in Italia, le persone di 3 anni ed oltre che dichiarano di praticare uno o più sport nel tempo libero sono il 31,1% della popolazione, pari a circa 18 milioni. Tra questi, il 21,9% si dedica allo sport in modo continuativo ed il 9,2% in modo saltuario. Coloro che, pur non praticando uno sport, svolgono un’attività fisica sono il 29,2% della popolazione, mentre i sedentari sono circa 23 milioni, pari al 39,2%(il 43,5% delle donne non svolge alcuna attività fisica). Le regioni che registrano la più bassa quota di praticanti sportivi sono la Campania(19,3%) e la Puglia(21,7%). La percentuale di persone che consumano 5 porzioni e più al giorno di VOF(verdura, ortaggi e frutta) è attestata al 4,7%, con un trend sostanzialmente stabile dal 2005.

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata