Ricerca personalizzata

Archivio

7 maggio 2015

Dov’è finito il miliardo e mezzo di Garanzia Giovani?

Garanzia GiovaniLa Garanzia Giovani è il Piano Europeo per la lotta alla disoccupazione giovanile. Con questo obiettivo sono stati previsti dei finanziamenti per i Paesi Membri con tassi di disoccupazione superiori al 25%, che saranno investiti in politiche attive di orientamento, istruzione e formazione e inserimento al lavoro, a sostegno dei giovani Neet¹ under 30.

A un anno esatto dal lancio, il 1° maggio 2014, il piano “Garanzia Giovani” non sembra aver ottenuto grossi risultati. In Italia poco più di 530 mila Neet su un totale di 2 milioni 415 mila censiti nel 2014 dall’Istat si sono iscritti a “Garanzia Giovani”. Questo significa che solo il 17% dei Neet si è iscritto al piano. Ma non finisce qui. Solo il 10% degli aderenti sono stati presi in carico e un misero 3% ha ricevuto un’opportunità di lavoro. Il fallimento del piano è dovuto in gran parte alla scarsa qualità delle offerte: per alcune di queste si richiedono addirittura anni di esperienza e competenze già acquisite. L’Italia ha ricevuto 1,5 miliardi di euro dall’UE. Una domanda sorge spontanea: che fine hanno fatto questi soldi? L’inchiesta di Valentina Petrini e Alessandra Buccini di “Piazza Pulita” fa capire che i soldi dell’UE sono serviti soprattutto per far magnare i soliti noti, ovvero gli “amici degli amici”.

La Buccini si è presentata al Centro dell’Impiego di Cinecittà in cerca di un lavoro. L’impiegata gli ha risposto: “Si chiama Garanzia Giovani ma non c’è nessuna garanzia. Se in Italia il lavoro non c’è, non si crea perché c’è Garanzia Giovani”. Tra le offerte di lavoro c’è anche un’impresa di pulizia che seleziona un addetto di pulizie per un tirocinio formativo. Magazzinieri, scaffalasti, camerieri, commessi, addetti alle pulizie, un esercito di giovani sfruttati a 400 euro al mese tutti a carico dello Stato. Un tirocinante ha dichiarato: “Il mio lavoro è gratis. Dopo sei mesi di Garanzia Giovani non ho ricevuto nemmeno un euro”. In pratica il piano “Garanzia Giovani” è come la Work Experience della Regione Campania di qualche anno fa, la differenza è che non si arricchiscono solo le imprese ma anche le agenzie interinali.

¹ Not in Education, Employment or Training e indica persone non impegnate in un’attività lavorativa, né inseriti in un percorso scolastico o formativo

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata