Ricerca personalizzata

Archivio

12 novembre 2014

Scanzi: Dove c’è un posto libero, arriva Alessandra Moretti

Alessandra Moretti e Andrea Scanzi“Dove c’è un posto libero, arriva Alessandra Moretti”. Con questa frase il giornalista Andrea Scanzi ha asfaltato l’europarlamentare del Partito Democratico. Il dibattito infuocato è avvenuto ieri(11 novembre) a “DiMartedì”, il programma condotto da Giovanni Floris. Tutto è nato per colpa del solito ocoparlare della pidina.

La Moretti ha dichiarato: “Non credo che quel 41% di italiani che ha votato il PD sia così disincantato. Io ho fiducia negli italiani. Abbiamo fatto molto di più in sette mesi rispetto a quello che è stato fatto in 20 anni. Il governo Renzi ha ridato fiducia a famiglie e imprese, tagliando le tasse, rendendo strutturali gli 80 euro, sostenendo la natalità. E’ il governo che ha tagliato la tassa più odiosa, l’Irap”. Non si è fatta attendere la replica di Scanzi. Il giornalista ha detto: “Non so come collocarla politicamente. Anni fa era vicina al centrodestra, poi è diventata bersaniana e ce l’aveva con Renzi che per lei era sessista. Ora è renziana. Se tra due settimane l’Inter perdesse, Thohir la metterebbe anche come allenatore al posto di Mazzarri. Dove c’è un posto libero, arriva Alessandra Moretti. Si chiama coerenza”. In pratica il giornalista de “Il Fatto Quotidiano” ha menzionato quello che ho scritto nel post “Lo strano caso di Alessandra Moretti”. L’europarlamentare del PD è solo una conseguenza delle quote rosa.

Nessun commento:
Write commenti

I commenti non inerenti al post, pieni di spam o diffamatori verranno cancellati senza ulteriori avvisi.

Iscriviti alla Newsletter

Ricerca personalizzata